Settima Arte Festival. Il progetto educational dietro la cinepresa

Ciak, si rigira. A un anno esatto dall’inaugurazione del Festival Settima Arte, riparte la rassegna dei cortometraggi realizzati dagli studenti protagonisti del progetto promosso da Oriocenter in collaborazione con Edoomark.

Settima Arte è un progetto educational che si propone come occasione educativa per i giovani e il mondo della scuola, rivolto principalmente agli adolescenti che usufruendo dell’opportunità di svolgere un’attività in alternanza scuola lavoro possono vivere, potremmo dire persino “abitare”, un centro solitamente etichettato come commerciale, ma che in realtà è un luogo più ampio di incontro, di scambio, di relazione. Attraverso il progetto “Settima Arte” infatti gli studenti coinvolti sono chiamati raccontare le storie che vivono, osservano, immaginano, trasformando vetrine, negozi, corridoi e ascensori in autentici set cinematografici.

Proprio attraverso il linguaggio visivo, che è uno dei principali linguaggi della modernità, gli studenti si mettono alla prova attraverso la produzione di brevi video, acquisendo in questo modo maggior consapevolezza e comprensione di regole e consuetudini di social network e mondo virtuale.

L’intera attività coinvolge nel complesso tremila giovani, per quaranta ore settimanali, condotti da esperti ed educatori da anni all’avanguardia per la progettazione e la realizzazione di progetti educational in collaborazione con le istituzioni scolastiche. Il metodo educativo utilizzato è quello del “learning by doing”, imparare facendo. Attraverso un’esperienza concreta e un contesto stimolante, ogni studente ha così l’occasione di esprimere le proprie capacità.

Sabato il primo appuntamento “pubblico”, con la proiezione – nella sala 14 di Uci Cinemas – dei video prodotti da sei istituti coinvolti: le classi del Centro Scolastico La Traccia di Calcinate, dell’Istituto Fantoni, del liceo scientifico Lussana, dell’Amaldi, del Liceo Linguistico Falcone e del Don Milani di Romano di Lombardia.

Ospiti e giurati d’eccezione il duo comico Gigi e Ross, colleghi e amici, cresciuti a pane e comicità, che per una volta indosseranno i panni di giudici di questa kermesse in cui decretare il vincitore è sempre un compito arduo, poiché la creatività dei ragazzi raggiunge livelli altissimi.

Attraverso un’esperienza concreta e un contesto stimolante, ogni studente ha così l’occasione di esprimere le proprie capacità

Post Correlati